mercoledì 23 maggio 2012

Credito al Consumo, cos'è ?!

Oggi, tutti sanno di cosa si tratta, più o meno.
Eppure, il Credito al Consumo, non è ancora ben conosciuto da molti e molti italiani; prima di questa crisi, possiamo anche dire che il CO (abbreviato), era molto meno sviluppato in Italia, rispetto ai paesi più avanzati...

Noi italiani, più che altro smaniosi di possedere il tetto sopra la nostra testa, abbiamo sempre mirato ai mutui casa, prodotti che sono molto lontani e differenti, per tantissimi motivi, dal Credito al Consumo...

Comunque, contrariamente a quanto il consumatore medio crede, il CO, si è maggiormente sviluppato nei paesi economicamente avanzati, quindi Stati Uniti, Germania, Francia, Regno Unito, hanno sempre avuto percentuali di fatturato, rispetto al PIL, sicuramente maggiori rispetto al nostro paese...

Era quindi questo, un settore che, in Italia, poteva e doveva di sicuro migliorare, per così dire, "maturare", magari insieme ai Clienti e a tutti i protagonisti del mercato...
Com'è andata e come proseguirà, non possiamo certo dirlo noi, ma una funzione importante, nel sostegno dei consumi e quindi del PIL, di sicuro il CO, ne ha.

Negli ultimi anni, sono arrivate, insieme alla crisi, alcune direttive europee a maturazione; o forse, le interpretazioni che il nostro legislatore ne ha dato, che hanno e stanno creando alcuni problemini...

Ogni consumatore attento, se n'è accorto in questi mesi; visto la strategica funzione del CO, nella pianificazione, attualmente latitante, di una ripresa, che anche di qui passare dovrebbe passare...

Ma, al momento, non ravvisiamo novità positive; quanto nominalmente mirato a tutelare i consumatori, in realtà, stà irrigidendo sempre più procedure, responsabilità e costi, in capo agli operatori...
Come al solito, temiamo che quanto fatto per attenersi alle direttive, non abbia fatto altro che peggiorare il quadro di un settore che, in realtà, è volano di sviluppo e benessere economico, per tutti.

Vedremo.

Possiamo oggi ammettere, che la definizione del CO, per gente pratica come noi, è diventata difficile, a questo punto, anche per noi...

Potete sempre consultare le definizioni istituzionali fornite da Banca d'Italia, o leggerne le definizioni di wikipedia, magari meno complicate...

Qualche numero del settore, se ne avessimo di aggiornati ed attendibili, ci piacerebbe comunicarveli; chissà, magari quando ci sarà la ripresa, riusciremo ad averne !!!

Per ora, possiamo solo dire e con certezza, che questo 2012 che si chiude a breve, è stato l'anno peggiore che si sia mai visto, con un tracollo dei volumi su TUTTI i prodotti riconducibili, o meno, nella definizione di Credito al Consumo.

Alcuni dati, usciti da un recente convegno, risultano datati (fine agosto) e, quindi, sempre a nostro dire,  non del tutto chiari ad inquadrare l'entità del danno, per vari aspetti; ve ne parleremo più avanti.

Speriamo solo che chi legge, rifletta su quanto sia importante il Credito al Consumo, soprattutto oggi.
Il PIL, è fatto dai consumi, il Credito al Consumo, agevola i consumi, se, quindi diminuisce il CO, come si può pensare ad una ripresa ?!