mercoledì 27 febbraio 2013

Finanziamenti per ristrutturazioni con agevolazione d'imposta (L. 449/97 - L. 296/06)

Nel Credito al Consumo, siamo attivi oramai da anni, con procedure molto semplici, per poter erogare quanto finanziamenti, legati alle agevolazioni di imposta (L. 449/97 - L. 296/06)

Pompe di calore, e caldaie, in questi anni, sono stati i beni preferiti dai Clienti finali; anche se, non sono solo questi due beni, i potenziali beni, oggetto di sgravi.

Sollecitiamo TUTTI gli esercizi Convenzionati, a valutare questa lacuna, che costituisce sicuramente un grande margine di miglioramento, per la propria attività e per i Clienti finali.

Qualora un Cliente voglia avvalersi dell’agevolazione fiscale occorre attenersi alle seguenti
disposizioni.
1) Il Convenzionato:
compila normalmente il contratto di finanziamento, inserendo la dizione “AGEVOLAZIONE D’IMPOSTA” in aggiunta alla descrizione del bene;
2) L' Agenzia:
carica la pratica normalmente, la esamina ed esita
3) Il Convenzionato invia alla Agenzia:
contratto originale;
documentazione standard di identità, reddito e quanto richiesto;
copia della fattura e l’ALLEGATO A (in cui si specifica, barrando la relativa casella, che le
spese sostenute sono effettuate per lavori fiscalmente detraibili secondo la L. 449/97 o la L.
296/06).

La pratica, viene liquidata con bonifico in nome e per conto del Cliente.
A differenza dei "normali" finanziamenti, quindi, c'è solo un modulo, un foglio di carta con la firma del Cliente, il timbro e la firma dell'esercizio Convenzionato e poche altre informazioni.

Il gioco è fatto !

E' complicato ?! Non ci sembra e, a tal proposito, inoltriamo di nuovo l'Allegato A, a tutti gli esercenti Convenzionati, che siano interessati...
A presto !