giovedì 11 aprile 2013

Filosoficamente parlando: la tipica mattinata presso un ente previdenziale italiano...


Stamane, siamo andati, come spesso accade, in un noto ente previdenziale italiano, per richiedere alcuni documenti; tipo quote cedibili, pin per l'acceso del pensionato al portale, benestare etc etc.

Ebbene di varie cose, come al solito, siamo riusciti a farne una sola.
Perchè, anche questo come al solito, le procedure sono cambiate, l'iter è stato variato...
Lo stesso ente, su diverse province, si comporta diversamente, e quello che valeva ieri, oggi, non vale più !
Ma come, non lo sapete ?!?
Ti trattano quasi male, ti senti presto un pirla, perchè, cittadino o agenzia di sevizi o in attività finanziaria, chiunque tu sia, non ti sei allineato prontamente al nuovo iter ?!?
Un iter che, peraltro, cambia nel tempo, tra i vari uffici provinciali, talvolta da impiegato ad impiegato.

Due considerazioni, su questa infelice mattinata presso questo ente:
- La prima, sulla gentilezza ed il buonsenso dei dipendenti pubblici.
Ci ritorna sempre in mente, di quel Cliente nostro che, dopo venti anni di lavoro tra europa e Cina, ha deciso di recente di rimanere in Cina...
Ebbene, il Dott. Rossi (chiamiamolo così), ci ha raccontato di pubblici impiegati molto gentili e disponibili che, se non riescono ad evadere la richiesta dell'utente, entrano in crisi, diventano rossi in volto, chiamano il capo, fanno riunioni improvvisate e si fanno in quattro, fino a che, non ti hanno accontentato !!!
Ovvio, che parliamo di quanto si può fare, nei limiti del consentito, ma pur sempre utilizzando buonsenso e buona volontà.
NON servono leggi, per avere efficienza e velocità nei processi produttivi, nel rilascio dei servizi; serve piuttosto che, DALL'ALTO, vi siano disposizioni ferree sull'atteggiamento da tenere verso l'utenza, ma anche, la piena fiducia in chi lavora...
Quanto avviene in Cina, è fantascienza, per noi !!!

- La seconda, è sull'atteggiamento dell'utenza, in generale.
Nelle sale d'attesa, già dopo pochi minuti, gli utenti cominciano a ruminare, a fare considerazioni su quanta burocrazia ci sia, su quanto sia strano, contorto e difficile, ottenere un semplice documento.
Si arriva, a splendide disquisizioni filosofiche, storiche e culturali, su quanto, il nostro paese, stia scadendo.
Ognuno, sembra divenire uno statista, per quanto indignato buonsenso e buone ragioni, riesce prontamente ad esprimere.
Quasi sempre, si giunge ad un pieno consenso, tra tutti i convenuti, su quanto sia deprecabile, la situazione; se poi approfondisci, con ognuno, scopri anche molte situazioni kafkiane su ridicole questioni...
Poi, finita l'attesa, si entra a capo chino, ognuno speranzoso di risolvere, quanto deve, per poi dedicarsi ad altro.
Con atteggiamento dismesso ed umile, quasi scaramantico, l'utente entra e, con un filo di voce chiede quanto deve all'impiegato di turno... Qualunque cosa, poi ti dicano, nessuno perde la pazienza, perchè, ovviamente, è TUA, la colpa che non sai le cose, è TUA, la colpa che non ti aggiorni sui tempi giusti ed i corretti modi, con cui richiedere questo e quello !!!

E si torna a casa, consci della propria ignoranza, finalmente edotti sulle procedure corrette sul come ottenere un semplicissimo documento che riguarda la tua vita, o quella dei tuoi Clienti ed assistiti !!!

Sappiamo tutti, però, di doverci sbrigare, le procedure, potrebbero ancora cambiare...
Forse, è per questo che dicono spesso, in televisione, che "IL MONDO CORRE"; intenderanno forse questo ?!?

Beh, qui, da noi, si corre si, ma sempre al contrario; possiamo serenamente dirlo.
Non a caso, siamo in piena e totale recessione.